Tv&Gossip

Il terrorismo dei suprematisti bianchi che sono in aumento e collegati fra loro

by Vanityfair.it RSS

Il terrorismo dei suprematisti bianchi che sono in aumento e collegati fra loro

C’è un filo che collega direttamente le due stragi con più vittime fatte da suprematisti bianchi. L’uomo che ha ucciso 50 persone in Nuova Zelanda in due moschee nel marzo del 2019, Brenton Tarrant, aveva sulle armi scritti i nomi di altri terroristi, ma uno più di tutti era stato per lui ispirazione: il norvegese Anders Breivik che uccise 77 persone nell’estate del 2011. Un’analisi del New York Times spiega che almeno un terzo dei suprematisti bianchi che fanno fatto stragi dal 2011 a oggi sono stati ispirati da altri che avevano agito nello stesso modo. È un collegamento che attraverso anni e continenti passa per internet e i social media. «In un caso», scrive il quotidiano statunitense, «l’autore di una sparatoria a scuola in Nuovo Messico ha corrisposto con un uomo che ha assalito un centro commerciale a Monaco....

X
Ricercalo.it è su Facebook, ci aiuti a crescere?