Tv&Gossip

A dieci anni dal terremoto: L'Aquila che resiste

by Vanityfair.it RSS

A dieci anni dal terremoto: L'Aquila che resiste

Gli aquilani oltre alla casa e alle persone, con il terremoto hanno perso dei gesti: la cena con la famiglia sul tavolo della cucina, il portare fuori il cane, l’andare nel proprio bagno», spiega Manuel De Pandis, 27 anni, filmaker che con Giovanni Sfarra e Matteo Passerini ha realizzato il documentario e la mostra fotografica L’Aquila, Storie di straordinaria ordinarietà, puntando la telecamera sulle abitudini spezzate e su quelle nate di conseguenza. Quando e come è nata l’idea di fare un documentario sul decennale del terremoto? «Ho studiato all’Aquila tre anni per fare il corso di reportage al Centro Sperimentale di Cinematografia: sono arrivato a 22 anni da Lecce. Odiavo tutto di questa città, che era già distrutta dal terremoto cinque anni prima». LEGGI ANCHE Apocalypse L’Aquila, ecco com’è la città dieci...

X
Ricercalo.it è su Facebook, ci aiuti a crescere?