Tecnologia

Chrome registra ancora i risultati in incognito

by Webnews

Chrome registra ancora i risultati in incognito

Probabilmente non saremmo mai venuti a conoscenza di DuckDuckGo se non fosse stato per il Datagate. Da quel momento però, con le dichiarazioni di Edward Snowden, la compagnia americana ha avviato un iter pubblicitario che l’ha portata a imporsi agli onori della cronaca come vero browser rispettoso della privacy degli utenti. In che modo? Prima di tutto grazie a una serie di trasmissioni crittografate che non permettono a nessuno, nemmeno allo stesso team di rintracciare chi è andato dove, a visitare quali siti o a fruire di certi servizi. Così, anche gli organi di controllo, che spesso obbligano le compagnie a collaborare, hanno ben poco da chiedere alla piattaforma, che fa solo da ponte visuale alla navigazione delle persone. Ebbene, il lavoro di DuckDuckGo si concentra non solo nell’utilizzo software da parte dei...

X
Ricercalo.it è su Facebook, ci aiuti a crescere?