Tecnologia

Facebook ha ammesso di avere sbagliato in Myanmar

by Il Post » Internet

Facebook ha ammesso di avere sbagliato in Myanmar

Facebook ha ammesso di avere avuto un ruolo nelle campagne d’odio e razziste in Myanmar, soprattutto contro la minoranza dei Rohingya, ma si è sostanzialmente rifiutato di assumersi tutte le responsabilità per le violenze nate in seguito alle notizie false pubblicate attraverso il suo social network. L’ammissione è arrivata in seguito alla pubblicazione di un rapporto indipendente, commissionato dalla stessa azienda, atteso da tempo da numerose organizzazioni internazionali comprese le Nazioni Unite. Facebook negli ultimi mesi aveva ricevuto dure critiche per avere sottovalutato le campagne d’odio condotte in Myanmar tramite il social network, e che in molti casi hanno portato a effetti concreti offline con violenze e uccisioni. La ricerca sugli effetti di Facebook nel paese è stato condotto dall’organizzazione senza scopo...

X
Ricercalo.it è su Facebook, ci aiuti a crescere?